Formarsi nelle differenze – Per un volontariato delle pari opportunità

2010, Arcilesbica Firenze, Ireos
FORMARSI NELLE DIFFERENZE

Il progetto prevede un percorso formativo che attraversi le tematiche della differenza e delle differenze che coinvolgono i soggetti nello scambio relazionale dentro e fuori le associazioni di volontariato.

programma

Spettacolo Le Spaventapassere

2001, Ireos, Saffood
Le Spaventapassere

Le Spaventapassere

Saffood in collaborazione con Ireos – Presenta le Spaventapassere, spettacolo di Cabaret con buffet

L’amore merita rispetto

2009, Arcilesbica Firenze, Ireos

Londra, Parigi, Berlino, Vienna e altre grandi città europee da anni tappezzano strade e piazze con campagne di comunicazione contro l’omofobia e la transfobia.
In attesa che anche le strade di Firenze e di altre città italiane si riempino finalmente di messaggi analoghi, e con l’intento di stimolare i governi locali a seguire l’esempio dei loro colleghi europei, Ireos e Arcilesbica Firenze lanciano la propria campagna di comunicazione sociale

comunicazione sociale

comunicazione sociale L'AMORE MERITA RISPETTO

comunicazione sociale

comunicazione sociale

Inaugurazione nuova sede di Ireos

2002, Ireos
Inaugurazione Nuova Sede di Ireos  in occasione del mese Queer

Inaugurazione Nuova Sede di Ireos in occasione del mese Queer

1979-2009 Pisa, trent’anni della prima marcia gay

1979, Movimento lgbt in Toscana

[da Il Tirreno - 23/11/2009]
Il racconto di Alessandro Chiti
La prima manifestazione autorizzata di gay, lesbiche e trans fu organizzata a Pisa nel novembre del ‘79, dopo una serie di aggressioni contro gli omosessuali. Fu la prima marcia nazionale voluta per condannare la violenza e le discriminazioni. Sfilarono in corteo i rappresentanti del mondo Glbt, ma anche esponenti delle associazioni politiche e civili che – senza essere invitati – si unirono al colorato serpentone attraverso la città. Fu un evento, racconta Alessandro Chiti, uno degli organizzatori, in prima fila allora e oggi. A trenta anni di distanza è nato un comitato “Pisa ‘79″ per raccogliere la memoria di quel giorno ed esporre in una mostra le immagini e i documenti ritrovati. Flash di un tempo che trenta anni fa fecero sì scandalo, ma che segnarono indubbiamente una svolta. Pisa celebra l’evento con una serie di inizitivative patrocinate da Comune, Provincia e Regione. Oltre alla mostra che diventerà itinerante (dal 25 al 28 novembre alla biblioteca Comunale), un convegno sabato 28 novembre e due feste serali a Pisa e a Lucca di Alessia Ripani

[testimonianza audio con foto su Il Tirreno online]