LE ROSE DI JÜRGEN

2009, Ireos
cartolina

cartolina

“Le rose di Jürgen tratta della diversità come elemento di esclusione.
Quando si celebra la memoria delle vittime della catastrofe nazifascista si dimenticano tutte le minoranze massacrate nei campi di sterminio. Lo spettacolo prova a restituire voce a tutti coloro la cui dignità continua ad essere violata dalla dimenticanza.
Jürgen, deportato gay nel campo di sterminio di Sachsenhausen, rappresenta proprio quelle minoranze e sottolinea come, ancora oggi, persistano inverosimili forme di discriminazione. Jürgen è dunque la voce che vogliamo utilizzare come emblema di tutte le forme di emarginazione.”